La purezza della natura

LE PIANTE
ayurvediche

Dalla natura Vedica seleziona solo il meglio per garantire la qualità e la purezza delle piante officinali. La raccolta delle centinaia di specie di piante officinali delle nostre formulazioni viene fatta da esperti nelle dense foreste dell’India con processi che rispettano i tempi, i modi e le procedure descritte negli antichi testi ayurvedici.

Ogni pianta viene raccolta con attenzione e cura al momento ideale, per ottenere il massimo beneficio dal suo estratto.

Le proprietà della Natura sono racchiuse in estratti secchi puri al 100%. Grazie al processo di essicazione Spray Dry gli estratti mantengono tutti i benefici della pianta al loro massimo grado di purezza. Gli estratti utilizzati da Vedica Cosmetics non sono mai frutto di una sola pianta, bensì una sinfonia di piante e specie diverse per creare l’equilibrio perfetto.

Vedica attualmente utilizza più di 300 estratti differenti tra piante intere e singole parti di esse.


Le piante

I processi di riequilibrio attivati dalle sinergie di piante ayurvediche in maniera gentile, sostengono l’intera fisiologia. Il corpo è di per sè una grande fonte di in grado di autoprodurre tutti i rimedi occorrenti. 

Il cosmetico ayurvedico è formulato affinchè l’organismo venga stimolato a produrre i rimedi necessari per il ripristino dell’equilibrio cutaneo. 

Trasmettono gli impulsi giusti per ripristinare il flusso dell’intelligenza naturale del corpo con il risultato di contrastare l’inestetismo e prevenire la sua ricomparsa. 

Quando la sequenza è intatta, l’innata intelligenza fluisce e i dosha tornano in equilibrio. Il ripristino della salute ne è l’effetto finale.

Linea Kapha

Vedi tutte le piante

Acacia catechu

Ampiamente utilizzata in numerose preparazioni tradizionali ayurvediche, questa pianta originaria della zona del Borneo svolge un’azione pacificante sia su Kapha che su Pitta. Ha importanti proprietà astringenti e lenitive. Nome comune: Acacia Catechu Nome Sanskrito: Kadhira
Acacia catechu

Albizia lebbeck

Comune in tutta l'India, l'azione di questa pianta è volta a pacificare i tra Dosha. Inoltre, presenta importanti proprietà purificanti e detossinanti, ma anche astringenti. Agisce in profondità stimolando la produzione di collagene. Nome comune: Albizia Lebbek Nome Sanskrito: Sirisha
Albizia lebbeck

Centella asiatica

Si tratta di una pianta ampiamente utilizzata nella tradizione ayurvedica grazie alle sue numerose proprietà volte a pacificare tutti i Dosha. Ristruttura, stimola la produzione di collagene e il microcircolo sanguigno, idrata, nutre, leviga e lenisce. Nome comune: Centella Nome Sanskrito: Mandukaparni
Centella asiatica

Cocos nucifera

Olio di cocco. Coltivata largamente nella parte meridionale dell'India, questa pianta viene usata in Ayurveda in tutte le sue parti. L'olio che se ne ricava ha proprietà rinfrescanti, nutrienti, emollienti e antibatteriche. Ha un grande potere calmante su Pitta. Nome comune: Palma da cocco Nome Sanskrito: Naarikela
Cocos nucifera

Emblica officinalis

Questa pianta la si può trovare nell’altopiano del Deccan, nelle regioni costiere e nella zona del Kashmir. È nota in ayurveda per le sue proprietà astringenti, antiossidanti e seboriequilibranti. È considerata un Rasayana. È anch’ essa una pianta che pacifica tutti i Dosha, ma in particolar modo agisce sul Dosha Pitta poiché ha un’azione rinfrescante. Il suo nome in sanscrito è Amalaki o Amla. Nome comune: Emblica Nome Sanskrito: Amla
Emblica officinalis

Hemidesmus indicus

Si tratta di una pianta rampicante diffusa in tutta l’India. La sua azione coinvolge tutti i Dosha, in particolare Pitta e Kapha. Ha proprietà astringenti, lenitive, contrasta l’accumulo di tossine a livello cutaneo e stimola la ristrutturazione cellulare per ridare energia e vitalità ai tessuti Nome comune: Salsapariglia Indiana Nome Sanskrito: Sariva
Hemidesmus indicus

Jasminum grandiflorum

Presente in India, ma anche nella zona mediterranea, il Jasminum Grandiflorum ha proprietà astringenti, rinfrescanti, ma anche nutrienti e ristrutturanti per la pelle. Agisce pacificando Pitta e Vata. Nome comune: Gelsomino Nome Sanskrito: Jaati
Jasminum grandiflorum

Mimosa pudica

Originaria del Sud e Centro America, oggi la Mimosa Pudica è ampiamente presente in tutto il Sud Est asiatico. Essa ha azione compattante, ristrutturante, cicatrizzante; agisce sulla sintesi del collagene; pacifica Vata e Pitta. Nome comune: Sensitiva Nome Sanskrito: Lajjalu
Mimosa pudica

Oroxylum indicum

Ampiamente utilizzata nella tradizione ayurvedica, questa pianta agisce pacificando tutti e tre i Dosha. È astringente, lenitiva e tonificante. Svolge inoltre un’importante azione antisettica. Nome comune: Broken bones tree Nome Sanskrito: Aralu
Oroxylum indicum

Sapindus trifoliatus

Cresce spontanea nel sud dell’India. E' una pianta estremamente versatile, viene usata nella tradizione ayurvedica per le sue proprietà tonificanti, astringenti, lenitive ed emollienti. Grazie all'azione antibatterica è un ottimo detergente. È una pianta ricca di saponine: serve da tensioattivo naturale nei detergenti Vedica. Nome comune: Sapindus Nome Sanskrito: Arishta
Sapindus trifoliatus

Saussurea lappa

Presente in abbondanza nella zona dell’Himalaya e della Valle del Kashmir, questa pianta è impiegata largamente nella tradizione ayurvedica per riequilibrare il Dosha Kapha. Contrasta la formazione di batteri a livello cutaneo, è un astringente naturale, calma i rossori e aiuta a ristabilire la naturale produzione di sebo della pelle. Nome comune: Saussurea Lappa Nome Sanskrito: Kushtha
Saussurea lappa

Sesamum indicium

Il sesamo è una pianta erbacea perenne originaria dell’India e dell’Africa. Dai suoi semi di ricava un olio di elevata qualità che può essere impiegato sia per uso esterno come olio da massaggio o come base di cosmetici naturali; sia per uso alimentare come olio per cucinare e condire. Ne esistono diverse varietà che differiscono principalmente per la diversa colorazione dei semi. L’olio di sesamo è stato oggetto di numerose ricerche scientifiche nell’arco degli ultimi decenni:... Leggi tutto
Sesamum indicium

Terminalia bellerica

Di questa pianta comune nelle foreste e nelle pianure dell’India se ne utilizza normalmente il frutto. È nota per le sue proprietà benefiche sulla circolazione, tonificanti e che migliorano l’aspetto della pelle. I testi vedici la riconoscono come una pianta che pacifica tutti i Dosha, ma più specificatamente Kapha. È conosciuta anche come Bibithaki. Nome comune: Mirabolano Bellerica Nome Sanskrito: Bibithaki
Terminalia bellerica

Terminalia chebula

Questa pianta ha un’ estrema importanza nella tradizione ayurvedica. È una dei tre “frutti” che compongono la preparazione Triphala. Nello specifico, questa pianta ha grandissime proprietà antiossidanti e antibatteriche. Inoltre, agisce in profondità favorendo l’eliminazione delle tossine accumulate nel canali. È considerata una pianta tridoshica, ossia la cui azione è volta al riequilibrio di tutti i Dosha, ma soprattutto Vata. È conosciuta anche con il nome di Haritaki. Nome... Leggi tutto
Terminalia chebula

Withania somnifera

Conosciuta anche con il suo nome in sanscrito si Ashvaganda, la Whitania Somnifera possiede proprietà riscaldanti, tonificanti, stimolanti e astringenti. Favorisce la ristrutturazione della pelle e agisce come pacificante di Vata e Kapha in eccesso. Nome comune: Ginseng Indiano Nome Sanskrito: Ashwaganda
Withania somnifera
Vedica srl   |   Viale dell’Industria 45 - 37042 - Caldiero (VR)   |   P. IVA 03768110235   |   Tel. +39 0459233260   |   Credits   |   Privacy Policy|   Cookie Policy